PSICOTERAPIA PER BAMBINI E ADOLESCENTI

Incontrare il bambino

“ogni bambino, come ogni essere umano, è unico e irripetibile: un mondo senza uguali che bisogna prima di tutto conoscere e amare, perché possa riconoscersi ed esprimersi nella sua originalità e nella sua capacità di attaccamento”
(Maria Teresa Romanini)

La terapia con i bambini presuppone un “cappello” diverso da quello degli adulti. Lavoro con i bambini in età scolare. Il terapeuta entra in contatto con la storia e con il mondo del bambino che in quel momento è sofferente. 

Con gli adulti si lavora su ciò che è stato e che a volte può interferire ancora con il presente.

Con i bambini si lavora in tempo reale, suggerendo modifiche ed ampliamenti della storia della vita che egli sta costruendo, cogliendo e valorizzando le sue risorse e la sua spinta alla creatività. Nel bambino il sintomo segnala un blocco, un bisogno insoddisfatto. Attraverso il gioco, il disegno, la narrazione, i racconti e le favole, il percorso di terapia mira a sbloccare il bambino comprendendo il significato del sintomo, liberandolo da eventuali freni nella sua evoluzione, proponendogli permessi e modelli alternativi che lo incoraggino a scoprire se stesso per costruirsi l’adulto del futuro.

Incontrare l’adolescente

“la timida e trattenuta domanda di essere guardato mentre si compie l’acrobazia di crescere”
(P.P. Charmet)

L’adolescenza è un periodo di crisi, di cambiamento per i ragazzi ed anche per la famiglia. Essi si trovano a fronteggiarne diversi: il corpo che si trasforma, il pensiero che evolve, la scuola, gli amici. La famiglia comincia a fare i conti con il fatto che quel bambino conosciuto fino ad un attimo prima non sembra più essere lui. E’ frequente la frase “non lo riconosco più” così come spesso i genitori dicono di non comprendere più quali criteri di educazione e quale linguaggio utilizzare con i loro figli.
L’adolescente da parte sua si chiede chi è “veramente” e tenta di definirsi attraverso lo scontro. Nel conflitto egli, se da un lato contesta fortemente i modelli di riferimento per costruirne di nuovi, dall’altro ha ancora bisogno di ritrovare quella base sicura, quel nido e quella “spalliera” tipica dell’infanzia.
Ecco perché la crisi coinvolge in realtà tutta la famiglia a livello di comunicazione, di nuove regole e di nuovi ruoli. Il terapeuta si pone, quando è necessario ed opportuno, come filtro di comunicazione.

L’adolescenza è caratterizzata di solito da molta creatività, esuberanza, energia, ricerca di senso della vita, dal bisogno di fare esperienze gratificanti forti. Tuttavia è anche vero che l’adolescente, nelle situazioni di vita, sia portato per il suo modo di pensare, a valutare in modo parziale la realtà e ad assumersi dei rischi che nella sua valutazione pesano meno rispetto alla gratificazione.

La psicoterapia con gli adolescenti svolge dunque prima di tutto la funzione di accompagnare l’adolescente nella ricerca e nella valorizzazione dei suoi talenti che fanno parte del processo di costruzione della sua identità. Successivamente di supportare e proteggere i ragazzi, in questo delicato passaggio di vita fatto di forti cambiamenti che colgono di sorpresa l’adolescente stesso e rispetto ai quali egli è in cerca di risposte.

CONTATTI

Tel. 320.4935052

Email: diletta.fiore@virgilio.it

 

Dott.ssa Diletta Fiore

Psicologa Psicoterapeuta n°iscriz. albo 2761

P.IVA: 08133870017

Indirizzo: Via Goito 3, 10099, San Mauro Torinese (Torino)

Telefono: 320.4935052

Email: diletta.fiore@virgilio.it